Manfredi scende in campo per Napoli: "Ricominciare dai nostri giovani che emigrano"

Sedici posti nel settore comunicazione con competenze tipiche del giornalista, ma per il Comune di Napoli non e’ necessaria l’iscrizione all’Albo. Un bando che va immediatamente bloccato e riscritto inserendo i requisiti previsti dalla legge 150 del 2000. Lo chiede l’Ordine dei Giornalisti della Campania dopo la pubblicazione del bando per sedici posti, dal dirigente fino agli istruttori di comunicazione-informazione. Il bando, pubblicato su Gazzetta Ufficiale e sito istituzionale del Comune, non prevede in alcun caso l’iscrizione all’Albo dei Giornalisti e l’Ordine della Campania ne chiede pertanto l’immediata sospensione con l’inserimento dell’iscrizione all’Albo tra i requisiti per l’ammissione. E non solo. Sorprende che tra i requisiti per il ruolo di dirigente siano previste lauree come la disciplina di arti, musica, spettacolo ma non la laurea in Giurisprudenza. Il Comune di Napoli vuole, come dirigente dell’area Comunicazione, una persona esperta di arte che ignori le fondamenta del diritto?

Potresti leggere

Acciaieria bombardata a Mariupol, civili sotto le macerie ma “combatteremo fino alla fine”

“Combatteremo, useremo ogni cartuccia che ci è rimasta, ma chiediamo alla patria…

Nato, la svolta: cade il veto della Turchia per l’ingresso di Finlandia e Svezia

“I leader oggi prenderanno anche la storica decisione di invitare Finlandia e…

La strage dei bimbi in Ucraina

Secondo l’Unicef, “quasi 100 giorni di guerra in Ucraina hanno avuto conseguenze…