Molestie a Gardaland

Sono stati momenti di terrore per sei amiche di 16 e 17 anni, quattro di Milano e due a Pavia che il 2 giugno erano a bordo del treno regionale 2640 che da Peschiera del Garda (località in provincia di Verona) doveva portarle nel capoluogo lombardo dopo aver trascorso una giornata a Gardaland. Come racconta ‘Il Giorno‘, le ragazze sono state molestate sessualmente e per lunghi minuti in modo pesante da un gruppo di giovani: “Eravamo circondate. Il caldo era asfissiante, alcune di noi sono svenute. Mentre cercavamo un controllore avanzando a fatica lungo i vagoni” è avvenuta l‘aggressione sessuale.

Molestie a Gardaland

Ridevano. Ci dicevano ‘le donne bianche qui non salgono’“, hanno raccontato al quotidiano. Giovedì, poco prima delle 18, la banchina e i binari della stazione di Peschiera, ricordano sono stati invasi “da oltre un centinaio di ragazzi e anche qualche ragazza, la maggior parte nordafricani, della nostra età o poco più grandi. Urlavano e correvano. Hanno anche sputato sui finestrini di un treno arrivato prima del nostro“.

Il racconto

Secondo il giornale, con tutta probabilità, quei giovani erano parte della folla che durante la giornata era stata sulla spiaggia di Peschiera, forse attirata da un video su TikTok che pubblicizzava una sorta di raduno per il 2 giugno. Durante l’evento si era scatenata una maxi rissa, forse originata dal furto di un portafoglio, che ha reso necessario l’intervento della polizia in tenuta antisommossa.

La rissa e la polizia

Parte dei giovani è probabilmente andata in stazione e salita a bordo del treno diretto a Milano, che era “stracolmo“. Le vittime, mentre subivano violenza, non hanno chiamato le forze dell’ordine per paura di essere picchiate ma hanno contattato i genitori. “Abbiamo chiamato noi il 112 ma nessuno è intervenuto” dicono mamme e papà. Le giovani sono state aiutate da un ragazzo che le ha fatte scendere alla fermata successiva, a Desenzano. Ieri tutte hanno presentato denuncia alla Polfer della stazione Centrale di Milano.

Potresti leggere

Thomas, ucciso con un colpo d’arma da fuoco alla testa a 18 anni: ci sono dei sospettati

Ci sono alcuni sospettati nell’ambito delle indagini sull’agguato di due giorni fa…

Ritrovato Antonio Barbiero, il figlio Elio: “Papà traumatizzato e in stato confusionale”

Ritrovato Antonio Barbiero. Le parole del figlio dell’imprenditore scomparso e ritrovato, presunta vittima di un caso di mala giustizia

Protesta degli ambulanti, blocco sul Raccordo Anulare a Roma: traffico in tilt

Ancora una giornata di protesta in Italia. Traffico bloccato sul Grande Raccordo Anulare…