Italian PM Enrico Letta in Paris

Voglio lanciare un allarme per la democrazia italiana, peso le parole, non voglio usarle a vanvera: abbiamo 17 giorni per cambiare la storia del nostro Paese ed evitare che l’allarme per la democrazia italiana diventi realtà”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, in un discorso ai candidati, via Zoom.

Fra le percezioni sbagliate che si stanno diffondendo nel Paese c’è quella secondo cui a destra “vinceranno, ma non governeranno, perché si squaglieranno subito dopo e a quel punto si rimescoleranno le carte in Parlamento; sarà come una falsa partenza, ma poi tutto tornerà normale. Percezione sbagliatissima, perché con una vittoria larga della destra, le carte si rimescoleranno, ma all’interno della destra. Tutti coloro che sono fuori dalla destra non avranno nessuna voce in capitolo”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, in un discorso via Zoom ai candidati. Un’altra è: “tanto l’Europa alla fine ci salva, tanto non ci possono far fallire, tanto comunque la sistemeranno loro, da Bruxelles. È una terza percezione sbagliatissima che mi ricorda molto quello che accadde nel Regno Unito prima del voto della Brexit. Pensarono in questo modo e alla fine tanti non andarono a votare, perché non pensavano sarebbe stato così decisivo. Eppure quel voto, una volta dato, è rimasto per sempre, come è giusto che sia. Perché il voto in democrazia non può immaginare una cancellazione successiva. Una volta che hai votato quelle sono le conseguenze. Ecco quindi la terza percezione sbagliata: dopo non ci salverà qualcun altro, sta a noi oggi, nella campagna elettorale e nel voto, salvare noi stessi, salvare l’Italia”.

Potresti leggere

Evasione dal carcere minorile Beccaria, Antigone: “Inutile reagire con durezza”

“A seguito di fatti del genere non bisogna reagire chiedendo più durezza…

Usa, sette vittime nella sparatoria da Walmart: “Siamo sconvolti”

l “La polizia di Chesapeake conferma sette vittime, compreso il responsabile della…

Draghi lancia un appello (l’ennesimo) a Putin

“Abbiamo chiesto più volte al presidente Putin di cessare le ostilità, in…