Un piede pestato: sarebbe questo il motivo scatenante della sparatoria nella quale è rimasto coinvolto Francesco Pio Maimone, il 18enne gravemente ferito a colpi di pistola la scorsa notte a Napoli, nella zona degli chalet a Mergellina, e poi morto nell’ospedale Vecchio Pellegrini della città.

Secondo quanto emerge dalle indagini, dopo il piccolo incidente gli animi tra due gruppi di ragazzi si sarebbero subito accessi e dalle parole si sarebbe passati direttamente alle armi, senza neppure iniziare con schiaffi e pugni.

I colpi esplosi hanno raggiunto il giovane che, secondo quanto riporta l’ANSA, sarebbe addirittura estraneo alla diatriba. Il padre del 19enne, invece, risulta essere un pregiudicato per reati associativi, rapina, e truffa. Continuano le indagini da parte della squadra mobile.

Potresti leggere

Sportello di psicologia sospeso, la Cisl Campania diffida l’azienda ospedaliera San Pio

La Funzione Pubblica della Cisl della Campania, guidata da Lorenzo Medici, ha…

Sanremo, è già record: boom di ascolti per la prima puntata

Sanremo 2023 al via. Questa la classifica provvisoria, sulla base del voto…

Agguato a Napoli e gente in fuga dopo spari al bar: la città è fuori controllo

Prima gli spari nei pressi di piazza Trieste e Trento, con le persone sedute ai tavolini dei bar che…