E’ deceduto all’ospedale Cardarelli di Napoli il docente di 33 anni che lo scorso 31 gennaio si era dato fuoco davanti alla caserma dei carabinieri di Rende, in provincia di Cosenza, dopo essersi cosparso il corpo di benzina.

Si chiamava Francesco Chiarello, il docente originario del crotonese e residente a Rende. Il 33enne era stato soccorso da due gommisti e un carabiniere, che si erano precipitati con un estintore tentando di spegnere le fiamme che avvolgevano il corpo dell’uomo.

Immediatamente soccorso dai medici del 118, l’uomo era stato poi trasportato all’ospedale ‘Annunziata’ di Cosenza, ma a causa delle gravi condizioni era stato trasferito presso il Centro grandi ustionati del Cardarelli di Napoli.

Il 33enne aveva riportato ustioni sul 70 per cento del corpo e purtroppo per lui non c’è stato nulla da fare.

Potresti leggere

Argentario, scontro tra barche: un morto, un ferito grave e un disperso

Sono proseguite tutta la notte e continuano ancora oggi le ricerche della…

Bimba di 8 mesi in fin di vita dopo le botte del patrigno: “E’ caduta…”

“E’ caduta dal seggiolone“. Sarebbe stata questa la spiegazione offerta dai familiari ai medici per…

Sangue nel Napoletano: ammazzati due giovani in un agguato

Anche Vincenzo Tortora, 21 anni e gia’ noto alle forze dell’ordine, raggiunto…