E’ deceduto all’ospedale Cardarelli di Napoli il docente di 33 anni che lo scorso 31 gennaio si era dato fuoco davanti alla caserma dei carabinieri di Rende, in provincia di Cosenza, dopo essersi cosparso il corpo di benzina.

Si chiamava Francesco Chiarello, il docente originario del crotonese e residente a Rende. Il 33enne era stato soccorso da due gommisti e un carabiniere, che si erano precipitati con un estintore tentando di spegnere le fiamme che avvolgevano il corpo dell’uomo.

Immediatamente soccorso dai medici del 118, l’uomo era stato poi trasportato all’ospedale ‘Annunziata’ di Cosenza, ma a causa delle gravi condizioni era stato trasferito presso il Centro grandi ustionati del Cardarelli di Napoli.

Il 33enne aveva riportato ustioni sul 70 per cento del corpo e purtroppo per lui non c’è stato nulla da fare.

Potresti leggere

Orrore a Malpensa, cadavere di un uomo trovato in strada con segni di bruciature e percosse: è giallo

Il cadavere di un uomo non ancora identificato e’ stato ritrovato poco…

Bimbo ucciso di botte dal patrigno, possibile riesumazione salma

Potrebbe essere sottoposto a una nuova autopsia il cadavere di Giuseppe Dorice,…

Il reporter italiano: “Nel Donbass l’Ucraina bombarda da 8 anni”

“Questo è il centro di Donetsk che in questo momento viene bombardato…