“Sulla mia possibile candidature qua o la in giro per l’Italia si sta molto fantasticando ogni giorno. Dove sarò candidato io fra pochi giorni lo dirò io e sarà chiaro a tutti. Purtroppo per gli italiani si vota il 25 settembre con una campagna elettorale in piene vacanze estive ed entro il 22 agosto le candidature vanno presentate. Grazie a Conte, Berlusconi e Salvini è andata così. Mancano pochi giornbi e sarà chiaro anche dove io sarò candidato”. Lo dice il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, ora formalmente “capo politico” della lista Impegno Civico a proposito delle indiscrezioni su una sua possibile sfida nel maggioritario a Pomigliano contro Giuseppe Conte e/o in Emilia nonostante il mal di pancia del Pd di Bibbiano “Sento ogni giorno girare – dice Di Maio a Radio Capital- girare tante veline sulla mia candidatura. Posso dire che fra pochi giorni chiarirò tutto. E che con il Pd abbiamo consolidato anni di esperienze di governo condivise positivamente in due governi in cui abbiamo affrontato insieme pandemia, guerra in Ucraina e conseguenti crisi economica e sociale. Con lo sforzo comune di assicurare al Paese in una fase difficilissima stabilità di governo”. Quanto a Bibbiano, “ho già parlato e detto più volte” si è limitato a rispondere alla domanda ripetuta se ammettesse l’errore verso il Pd “partito di Bibbiano” associato alla tratta di minori su cui sui è indagato nel Paese emiliano. “Mi limito a dire – ha affermato Di Maio- che non è continuando a parlare e spiegare il passato che si può fare una campagna elettorale costruttiva e utile per il Paese. Si deve invece parlare del presente e progettare il futuro”.

Potresti leggere

Scuola-Lavoro, il ministro Valditara annuncia la rivoluzione

“L’alternaza scuola lavoro va rivista: bisogna tutelare gli studenti e la loro…

Pioggia di fondi per il Sud. L’annuncio del ministro

“Il Fondo per la COesione in passato è stato usato male, stiamolavorando…
Il partito unico si farà.  Italia Viva e Azione su questo sono…