silvio berlusconi

Silvio Berlusconi starebbe pensando al ritiro, o meglio a non presentarsi per la corsa al Quirinale. Sono queste le ultime informazioni che trapelano sulle mosse del Cavaliere, che nei giorni scorsi aveva tentato, anche con l’aiuto di Vittorio Sgarbi, di guadagnare quanti più voti possibili. Voti che però non ci sarebbero, perlomeno questo e quanto affermerebbero anche i fedelissimi dell’ex premier.

Se c’è chi dice che ancora non abbia abbandonato l’idea di una corsa al Quirinale, il passo indietro di Berlusconi pare prendere sempre più piede. Alle 16 dovrebbe comunicarlo nel vertice del centrodestra al quale il Cavaliere parteciperò da remoto via Zoom, dovrebbero essere presenti i leader Matteo Salvini e Giorgia Meloni.

E mentre un ex premier sarebbe pronto a farsi da parte, l’attuale starebbe pensando al Colle. Mario Draghi si presenterebbe al Quirinale, ma lo ufficializzerebbe solo dopo il ritiro certo di Silvio Berlusconi. Se inizialmente il progetto dell’ex presidente Bce era quello di varare dal Quirinale un governo bis, come quello che sta lasciando, adesso potrebbe correre per la carica di Presidente della Repubblica anche senza quest’intesa.

Secondo quanto riportato da Repubblica il ‘piano’ di Draghi sarebbe attendere il ritiro di Berlusconi, presentarsi per superare uno stallo a meno di 48 ore dall’inizio delle votazioni e trovare un accordo con la Lega, voti di cui ha bisogno e per i quali probabilmente dovrà fare delle concessioni.

Potresti leggere

Putin alza il tiro contro l’Occidente

“I militari russi stanno combattendo per la pace, per non avere un’anti-Russia”…

Votazione Quirinale, Boccia lancia l’allarme: “Non ci sono numeri, serve compromesso”

Proprio nella giornata in cui si aprono le votazioni per il Qurinale,…

Green pass, tensioni nella maggioranza: l’ira di Draghi dopo lo strappo di Salvini

Caos in commissione Affari sociali della Camera sull’esame del decreto Covid. I…