È saltata ieri alla Reggia di Caserta la serata inaugurale del Reggia Festival – Visioni Reali’, evento organizzato da Confcommercio con il patrocinio del ministero della Cultura che prevedeva un incontro con l’attore casertano Toni Servillo e la proiezione del film del regista Mario Martone “Qui rido io”. La Commissione di vigilanza della Prefettura di Caserta ha infatti fermato in extremis l’evento per questioni amministrative e centinaia di persone sono rimaste fuori ai cancelli del monumento protestando per la mancanza di comunicazioni. Da più parti si è levato il grido “Vergogna”. Solo intorno alle 21 è arrivata la comunicazione ufficiale e gli spettatori se ne sono andati. Confcommercio ha poi manifestato in una nota “grande rammarico per la sospensione e il rinvio della serata per cause indipendenti dalla volontà degli organizzatori. Una questione amministrativa finalizzata a garantire la sicurezza del pubblico non ha consentito di avere le autorizzazioni previste nei modi e nei tempi dettati dalla normativa vigente”. “Ci scusiamo con il pubblico – prosegue la nota di Confcommercio – per quanto accaduto. Si tratta di un episodio davvero spiacevole che mortifica innanzitutto noi che stiamo lavorando senza sosta da oltre un mese per la riuscita della manifestazione”. Oggi si svolgerà una nuova riunione della commissione tecnica di vigilanza “nel corso della quale – dicono gli organizzatori – contiamo di poter esibire anche le ulteriori integrazioni che ci sono state richieste nella serata di domenica”.

Potresti leggere

Si prega per Simone, il 28enne colpito da un fulmine: è in fin di vita

Nubi a coprire il Gran Sasso, poi i tuoni e lampi che…

Operazione contro la Ndrangheta: arresti e sequestri

Beni immobili, mobili registrati e quote societarie per circa 4,5 milioni di…

Madre uccide figlio di 2 anni gettandolo in mare: “Ha un ritardo mentale”

“Pensavo avesse un ritardo mentale”. Sarebbe questa la ‘giustificazione’ utilizzata da una…