covid
covid

Sono settimane molto tribolanti per le famiglie italiane. Lo stress causato dall’emergenza targata coronavirus si è amplificato con l’apertura delle scuole. Una sorta di paradosso, considerato quanto i genitori aspettassero questo momento (e anche i loro figli).

Ma l’aumento dei contagi ha fatto scattare allarme e preoccupazione, così come i casi (pochi) di positività di alunni e studenti. È evidente che nonostante le risposte decise e in parte efficaci da parte di Governo e regioni, in questi mesi si è fatto poco per organizzare il rientro in classe dei nostri ragazzi.

Tra norme di sicurezza sanitaria e messa in regola delle strutture scolastiche, sono molte le realtà italiane che stanno soffrendo. Molti istituti hanno chiuso, addirittura il Governatore Vincenzo De Luca ha decretato la chiusura temporanea delle scuole in Campania (fino al 30 ottobretranne quelle dell’infanzia).

Ma in questo mare di confusione e disagio nuotano anche molte eccellenze. Ed è giusto evidenziarne il valore. Siamo a Varese, qui c’è un liceo che ha affrontato alla grande la sfida del Covid19: il Cairoli diretto dal Preside Salvatore Lo Consolo.

Rispetto del distanziamento, nessun assembramento all’ingresso e all’uscita, banchi distanziati, misurazione delle temperatura corporea e un unico mantra: la necessità di convivere con il virus senza intaccare il diritto allo studio e la serenità dei bambini. È questa l’Italia che ci piace e per la quale tifiamo.

 

Seguici sulla nostra Pagina Facebook Il Rinascimento.

Potresti leggere

Scuola, ragazzi di nuovo in classe: ecco il piano anti covid

Settimana corta a scuola e ritorno della didattica a distanza per risparmiare…

Scuola, ritorno in classe a scaglioni: la mappa regione per regione

Riaprono il 7 gennaio, dopo la pausa natalizia, gli istituti per 5…

Rientro a scuola al 100%, i presidi: “È l’obiettivo ma per ora non è possibile”

Il rientro a scuola al 100% è un obiettivo difficile da raggiungere…