Un centinaio di aderenti al movimento disoccupati ‘7 novembre’ della ‘167’ ha inscenato nella mattinata di oggi una manifestazione contro il ‘caro energia’ bruciando le ultime fatture per le forniture di corrente e gas dinanzi agli uffici della posta centrale in piazza Matteotti a Napoli.

“Siamo stanchi delle promesse. Da anni attendiamo un lavoro ed oggi non possiamo pagare queste cifre che sono triplicate”, hanno urlato i manifestanti mostrando le bollette. “Le nostre famiglie sono allo stremo. Per noi, finora, solo tante parole e pochi fatti”, hanno aggiunto. I manifestanti, tra poco, dovrebbero lasciare piazza Matteotti per raggiungere in corteo via Verdi e dunque Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli.

Potresti leggere

Evasione dal carcere Beccaria, preso un altro giovane detenuto

Un altro ragazzo latitante fuggito il giorno di Natale dal Beccaria di…

Vicenza, uccide l’ex in strada e fa esplodere degli ordigni: poi ammazza l’attuale compagna e si toglie la vita

Una donna di 42 anni di origine serba è stata uccisa stamane…

Costa sull’emergenza sanitaria: “Resti solo criterio della zona rossa, bisogna semplificare e agevolare”

Abolirebbe il sistema dei colori e lascerebbe solo la fascia rossa, è…