Per Nas e Asl la pizzeria Brandi è stata chiusa per 48 ore perché non ha rispettato le prescrizioni imposte lo scorso agosto quando in seguito ad un controllo carabinieri e sanitari avevano riscontrato carenze igienico-sanitarie. La versione dei titolari della storia pizzeria, dove nel 1889 venne inventata la pizza Margherita, è leggermente diversa: “Si avvisa la gentile clientela che la Pizzeria Brandi resta chiusa per manutenzione straordinaria oggi Giovedì 20 e domani Venerdì 21 Ottobre”.

Secondo quanto si apprende la pizzeria aveva avuto una ispezione ad agosto durante la quale erano state riscontrate delle carenze igienico-sanitarie. Le irregolarità non sono state sanate e così stamattina, dopo verifica nei Nas e della Asl è stata chiusa per le stesse carenze e per presenza di insetti.

Nel corso dei controlli effettuati per garantire la sicurezza alimentare di tutti i prodotti destinati al consumo del pubblico e il rispetto delle nome previste per la legge. Tra lunedì e mercoledì, le donne e gli uomini del Dipartimento di Prevenzione hanno effettuato le verifiche in alcune zone della città, individuando diverse irregolarità che hanno portato a sospensioni, sequestri e sanzioni.

Tra gli esercizi commerciali sanzionati c’è anche la pizzeria Brandi, che si trova a Salita S. Anna di Palazzo, una traversina della centralissima via Chiaia. Al suo interno è collocata una lapide che ricorda, nel 1989, i 100 anni dalla creazione nel locale della prima pizza Margherita per la regina. Segnalato e censito da guide turistiche di mezzo mondo, il locale vanta anche il titolo di “più antica pizzeria del mondo”, aperta nel 1760.

Nel corso dei controlli estesi a più attività, sono stati trovati circa “600 kg di alimenti privi di tracciabilità” ed sono stati sanzionati “3 illeciti amministrativi per un totale di 4.500 euro”. Il personale del Dipartimento di Prevenzione ha effettuato interventi di vigilanza su esercizi alimentari anche nella zona della Ferrovia, ispezionando 24 esercizi ed emettendo 84 prescrizioni, 6 diffide e 10 sanzioni per un ammontare complessivo di 16.500 euro e un sequestro di 150 kg di carne e pesce. E stato inoltre necessario sospendere 3 linee di attività in un supermercato

Potresti leggere

Ultim’ora. Blitz nel Napoletano: 7 arresti

I Carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Giugliano in Campania e…

Padre stroncato da ictus, moglie e figlio disabili muoiono per fame e sete

Un caso  rimasto per mesi avvolto nel mistero e che ora è stato…

“Il vero colpevole è fuori”, e il Pm chiede l’ergastolo: attesa la sentenza per il caso Willy-fratelli Bianchi

I fratelli Bianchi hanno dato “sfogo al loro impulso violento, approcciandosi alla…