Angeli custodi in divisa. E’ la storia di due agenti della polizia municipale di Casoria, popoloso comune alle porte di Napoli, che domenica scorsa, 18 dicembre, hanno salvato un bambino di sette anni in preda a convulsioni. Intervenuti per i rilievi di un incidente stradale, l’attenzione dei due agenti è stata richiamata da una Fiat Panda di colore blu al cui interno c’erano una coppia di anziani con la figlia, madre del loro nipotino. Alla guida c’era il nonno del piccolo. Suonava il clacson, era preoccupato per le condizioni del bambino in prede alle conduzioni.

Si affianca all’auto della municipale chiedendo aiuto. A quell’ora, poco dopo le 17.30, via Nazionale delle Puglie è trafficata come sempre, soprattutto nella domenica che precede il Natale dove la corsa ai regali è frenetica. Gli agenti decidono di far strada all’auto, scortandola al primo presidio ospedaliero più vicino. La situazione però resta drammatica. Il traffico è intenso e le condizioni del bambino peggiorano. Così i due poliziotti municipali, il luogotenente Umberto Fiumarelli e l’agente Domenico Acerra, dopo aver avvertito la sala operativa, fatto confluire sul luogo dell’incidente un’altra pattuglia e aver suggerito alla centrale di mettersi in contatto con il pronto soccorso della clinica Villa dei Fiori di Acerra per mettere a disposizione del piccolo una bombola di ossigeno, decidono di far salire mamma e figlio a bordo della volante per velocizzare l’arrivo al pronto soccorso.

Di corsa i due agenti imboccano l’uscita Acerra e arrivano alla clinica Villa dei Fiori. Giunti al pronto soccorso, i poliziotti prendono in braccio il bambino e organizzano con il personale sanitario il trasferimento al Santobono di Napoli dove arriva immediatamente con una ambulanza messa a disposizione dalla struttura sanitaria. Una volta arrivato nell’ospedale pediatrico del Vomero, il piccolo è stato preso in cura dai sanitari e le sue condizioni sono migliorate nel giro di poche ore. A raccontare la vicenda dei due agenti è il sindaco di Casoria Raffaele Bene: “Nel complimentarmi con l’intero corpo della municipale per il salvataggio, ho deciso di consegnare una lettera di encomio ai due agenti. Un riconoscimento meritato per coloro che resteranno a vita due angeli custodi per un bambino di Casoria”.

Potresti leggere

Minaccia di togliersi la vita, uomo salvato dopo 30 ore dai vigili del fuoco

L’uomo che da ieri mattina era sul cavalcavia del ponte che collega…

Marmolada, il gestore del rifugio: “Sentivo un suono pauroso, erano le torrenti. Colpa del cambiamento climatico”

Parla di inutili cacce alle streghe il gestore del rifugio a 3.343…

Firenze, tir si ribalta e precipita in autostrada: conducente muore tra le fiamme

Chiuso il tratto dell’A1 tra Calenzano e Barberino di Mugello in direzione…