Duro intervento del presidente ucraino Volodymyr Zelensky in collegamento video con il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite convocato in mattinata a New York. “Se avete solo parole vuote e non potete fare niente per noi”, allora “l’opzione è smantellare le Nazioni Unite” ha attacco il leader di Kiev aggiungendo che ad oggi “se la tirannia avesse ricevuto una risposta internazionale, adesso forse la guerra non ci sarebbe più, non ci sarebbe una guerra nel mio paese contro il popolo ucraino”. “Dove sono queste garanzie di sicurezza da parte delle Nazioni unite? ha chiesto Zelensky.

Il massacro di Bucha è solo uno di tanti. Non c’è un solo crimine che non abbiano commesso là” ha aggiunto. E poi ancora: “Il sistema delle Nazioni Unite deve essere riformato immediatamente affinché il veto non sia il diritto alla morte, che ci sia un’equa rappresentanza nel Consiglio di Sicurezza di tutte le regioni del mondo”. Riformato perché “abbiamo a che fare con uno Stato (la Russia, ndr) che sta trasformando il veto nel Consiglio di Sicurezza dell’Onu nel diritto a morire. Ciò mina l’intera architettura della sicurezza globale”. Zelensky propone di “escludere la Russia, che non può bloccare le decisioni che riguardano la propria guerra” altrimenti “la seconda opzione è spiegare come si può portare la pace”.

Il presidente ucraino, al termine del suo intervento in videocollegamento al Consiglio di sicurezza dell’Onu, ha annunciato un video sui crimini commessi dalla Russia in Ucraina, ha detto che sarebbe durato solo un minuto e ha chiesto di guardarlo, ma il video non è partito per qualche minuto. Poi dopo la visione, il commento di Barbara Woodward, ambasciatrice del Regno Unito all’Onu, che presidia la sessione straordinaria del Consiglio di sicurezza. “E’ straziante. Siamo sconvolti da ciò che abbiamo visto e ribadiamo la nostra solidarietà con l’Ucraina”. Così si è espressa Barbara Woodward, ambasciatrice del Regno Unito all’Onu, che sta presiedendo la sessione straordinaria del Consiglio di sicurezza sull’Ucraina. Il video mostra le immagini senza censura del massacro di Bucha, la cittadina alle porte di Kiev, con corpi di civili – bambini, donne, uomini – ammassati in fosse comuni, bruciati sulle strade, smembrati.

La replica di Mosca

“I nazisti conducono le danze in Ucraina”. Lo ha detto il rappresentante permanente russo alle Nazioni Unite Vasily Nebenzya nel suo intervento odierno dopo che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha mostrato un video shock con civili, adulti e bambini, uccisi a Irpin, Dymerka, Motyzhin. “È una meschinità pensare che le forze russe siano responsabili”, ha detto Nebenzya. “Avete visto solo quello che vi hanno raccontato” ha aggiunto, sottolineando la presenza di braccialetti bianche sulle vittime. Mosca aveva promesso che presenterà “prove” al Consiglio di sicurezza che le sue forze non hanno ucciso civili in Ucraina e non sono state coinvolte negli eventi di Bucha.

Potresti leggere

Pipistrello o laboratorio? L’intelligence Usa indaga l’origine del covid: “Tre virologi ammalati a Wuhan nel 2019”

Tre virologi cinesi malati a Wuhan nell’autunno 2019. L’informazione diffusa dal Wall…

Usa-Russia, è di nuovo guerra fredda. Mosca convoca l’ambasciatore americano: “Rapporti incrinati dopo le parole di Biden”

Relazioni Usa-Russia in un momento delicato. Il ministero degli Esteri russo ha…

Terremoto tra Turchia e Siria, Erdogan: “È il più grande disastro della nostra storia”

Il terremoto di magnitudo 7.8 che ha colpito la Turchia la notte…