L’alleanza di centro tra Azione e Italia Viva potrebbe non cambiare di molto i risultati elettorali nei collegi uninominali all’indomani del voto, secondo i Sondaggi. E potrebbe spostare gli equilibri ancora piu’ a vantaggio del centrodestra. E’ quanto emerge dalla rilevazione realizzata da YouTrend, in collaborazione con Cattaneo Zanetto & Co., la prima che tiene conto del neonato terzo polo. Secondo lo studio, alla Camera sono 14 i collegi dove oggi il vantaggio del centrodestra sul centrosinistra e’ inferiore alla percentuale di cui e’ accreditato il terzo polo: sono concentrati soprattutto nelle grandi citta’ (Roma, Milano, Torino e Genova) e in Toscana. In questi collegi, la spaccatura fra il centrosinistra e il ticket Calenda-Renzi porterebbe acqua al mulino di Meloni, Salvini e Berlusconi, sottraendo, quindi, voti al centro sinistra e creando un divario ancora maggiore tra le due coalizioni. Al Senato, dove i collegi uninominali sono piu’ grandi, sono solo 5 i collegi dove il terzo polo sarebbe decisivo a favore del centrodestra: a Roma, in Toscana e in Romagna.

Potresti leggere

Calenda non molla: “Niente alleanza con il Pd e rilancia progetto centrista”

Un’alleanza strutturale con il Pd? “Assolutamente no perchè sennò sarei rimasto nel…

Berlusconi e la battaglia sulle bollette

– Il caro bollette e’ diventato il problema dei problemi. Nel centrodestra…

Cospito, Delmastro e Ostellari sotto scorta

Dopo gli attacchi anarchici per il caso Cospito, e’ in corso una…