caldo rercord capodanno

E’ in arrivo una imponente area di alta pressione di origine africana, l’anticiclone sub-tropicale. E Andrea Garbinato, responsabile redazione del sito www.iLMeteo.it, ha parlato di effetti diversi a seconda delle regioni.

Il bel tempo con cielo poco nuvoloso e ampio soleggiamento saranno prevalenti sulle regioni centrali e meridionali, dove l’anticiclone pompera’ con piu’ facilita’ aria calda facendo lievitare le temperature fino a 18-20 gradi su citta’ come Roma, Caserta, Napoli, Cagliari, Bari e Palermo. Fino a 15 gradi sul resto del Centro-Sud. Il sole pero’ sara’ prevalente anche sui settori alpini dove nelle vallate si potranno raggiungere 17 gradi di giorno.

In Pianura Padana l’alta pressione dara’ effetti completamente diversi: la stasi atmosferica dovuta all’anticiclone produce un ristagno dell’aria nei bassi strati, con conseguente formazione di nebbie o nubi basse e con temperature che rimangono piuttosto fredde anche di giorno (non piu’ di 6-9 gradi). Banchi nebbiosi e cieli cupi si presenteranno sulle pianure di Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Ma lo stesso effetto potremo averlo lungo le coste, specie della Liguria e dell’alta Toscana.

Le cosiddette nebbie di mare si formano a causa dello scorrimento di masse d’aria piu’ calde e umide sopra la superficie ancora fredda del mare. Infine, la mancanza di ventilazione per giorni favorira’ il ristagno delle sostanze inquinanti che, soprattutto a causa dell’alta pressione, sono destinate a rimanere schiacciate nei bassi strati dell’atmosfera, determinando dei parametri ambientali spesso pessimi, con gravi ripercussioni sulla salute. Previsioni, dunque, non del tutto positive e sicuramente non in linea con la media stagionale.

Potresti leggere

E’ nato il partito di Draghi: dal Pd alla Lega

”Non ho mai considerato il M5S un alleato particolarmente affidabile. Oggi però…

Bombardato teatro Mariupol usato come rifugio: “Centinaia di civili uccisi”

È stato bombardato il Teatro drammatico di Mariupol dove “centinaia di civili”…

Nato: “I missili sono ucraini”. Polonia e Usa: “Non ci sono prove del coinvolgimento di Mosca”

“Siamo in contatto diretto con i nostri alleati della Nato. Sottolineo: non…