I carabinieri della stazione di Cimitile hanno arrestato per maltrattamenti un 47enne di Camposano, già noto alle forze dell’ordine. La chiamata al 112 è arrivata da un familiare della vittima. Era al telefono con la compagna del 47enne e ha percepito agitazione dalla sua voce. Di sottofondo il pianto disperato di un bambino, il figlio più piccolo della coppia.

Ha pensato che qualcosa di grave stesse accadendo ed ha allertato il numero di emergenza. I militari sono arrivati pochi minuti dopo e hanno scoperto che l’uomo, evidentemente ubriaco, aveva colpito la compagna e il figlio 19enne. Tutto davanti agli occhi atterriti del minore.

Il 47enne è finito in manette ed è ora in carcere, in attesa di giudizio. La vittima e il figlio sono stati portati in ospedale e solo dopo in caserma. E’ lì che hanno raccontato anni di vessazioni, mai denunciate.

Potresti leggere

Problemi alla gamba per Papa Francesco: “Mi dispiace, ma non posso camminare”

Problemi di deambulazione per Papa Francesco. A comunicare il suo stato di…

Urta braccio di un ragazzo davanti a un portone: “Non l’ho fatto a posta”, anziano ucciso di botte

Lite sulle scale di un condominio degenera, anziano finisce in Rianimazione e…

Omicidio-suicidio a Bologna: uccide la fidanzata, la fa a pezzi e la getta in un cassonetto, poi si impicca

Orrore a Bologna, i corpi di una studentessa di 31 anni e del…