Beppe Grillo e Giuseppe Conte

“Vado via dal M5S. Una scelta dolorosa, sofferta, ponderata e a lungo meditata. Sicuramente non frutto di un impulso momentaneo. Vado via per mille ragioni che non possono essere racchiuse nel recinto di un post. Vado via perché sento di non riconoscere e non riconoscermi nel M5S. Vado via perché, nel tempo, il senso di solitudine e di vuoto sono divenuti incolmabili. Era iniziato tutto con un sogno, quello di riuscire a far dialogare scienza e politica, aprendo le porte del Parlamento ai tanto vituperati temi della ricerca scientifica, offrendo una speranza ai nostri giovani e bravissimi ricercatori in perenne fuga da un Paese che fa ancora fatica a riconoscerne meriti e permette che scappino altrove. Ce l’ho messa tutta affrontando dal principio questa nuova sfida che la vita mi ha offerto, con passione, impegno e dedizione portando avanti battaglie importanti in un’Italia funestata dalla pandemia”. Lo scrive su Facebook la deputata Angela Ianaro, che ha lasciato il gruppo M5S per aderire al Pd. “Purtroppo però quella luce che ha illuminato finora le mie azioni all’interno del Movimento si è affievolita. Proteggerò la scintilla inestinguibile e cercherò di farla splendere come ho sempre fatto, forte anche del bagaglio acquisito in questi anni in Parlamento. Ringrazio coloro che mi sono stati accanto e ringrazio Luigi Di Maio per il suo costante supporto, confermandogli stima, affetto e sostegno in un momento difficile come quello che stiamo affrontando con la guerra in Ucraina. Io ci sono e ci sarò”, conclude la parlamentare.

Potresti leggere

Rosatellum, scontro Letta-Renzi

“Ha ragione Meloni”, quando dice che il Rosatellum lo impose il Pd:…

Mastella sbarca in Sicilia con Noi di Centro

Il segretario nazionale di Noi Di Centro, Clemente Mastella, d’intesa con il…

Berlusconi avverte Meloni: “Niente veti su nomi Fi”

– In vista della formazione del novo governo “è importante che Forza…