Un ‘election pass’, una tessera elettorale su App come l’attuale green pass, e il doppio turno elettorale in date fisse durante l’anno. Sono due delle proposte avanzate nel ‘Libro bianco sull’astensionismo’, frutto dal lavoro della commissione istituita dal ministro Federico D’Incà e coordinata da Franco Bassanini. “Con l’election pass si potrebbe votare in seggi diversi, per un periodo di 15 giorni, in qualsiasi ufficio postale o comunale. E’ una semplificazione importante”, ha sottolineato Bassanini. Tra l’altro, nel ‘Libro bianco’ si propone anche la possibilità di consentire il voto in seggio diverso nel giorno delle elezioni. “Sarebbe possibile compattare tutte elezioni in due tornate all’anno. In questo modo non c’è frammentazione, si conoscono le date, una domenica e un lunedì”, ha poi spiegato Bassanini a proposito dell’election day fisso. Tra le proposte avanzate dalla commissione c’è anche la possibilità di spostare i seggi dalle scuole in ‘hub elettorali’ su modello di quelli per i vaccini.

Potresti leggere

Ucraina, Renzi: “Armi e sanzioni non fermano guerra”

L’invio di armi e le sanzioni, “servono come gesti di solidarieta’” ma…

Napoli, pronto l’albergo dei poveri

“Uno straordinario polo culturale con la combinazione di musei, di attività di…

Concessioni balneari, con fatica la maggioranza trova l’accordo: l’attacco della Meloni

Trovata a fatica l’intesa di maggioranza sulle concessioni balneari. Come spiegato da…