Vincenzo De Luca

“Sarà probabile l’introduzione anche della quarta dose. Veniamo da due anni di calvario Covid, siamo tutti quanti stremati, abbiamo voglia di riprendere la vita normale. Però dobbiamo sapere una cosa: se vogliamo riprendere la vita normale, e riprenderla per sempre, dobbiamo essere prudenti. Altrimenti noi ci illudiamo di ritornare alla vita normale per due mesi, dopo di che si riaccende il contagio e ricominciamo da capo le chiusure. Questa cosa vorrei che entrasse nella testa di tutti quanti”. Così il Presidente della CAMPANIA Vincenzo De Luca che parla al porto di Pozzuoli a margine della presentazione della nave “Leonardo Da Vinci”, costruita per l’installazione dei sistemi sottomarini Prysmian. “Al di là delle vaccinazioni che devono continuare – prosegue il governatore – la quarta dose deve essere introdotta per quelli come me che l’hanno fatta (la precedente somministrazione ndr) già quattro mesi fa e già cominciano ad avere qualche problema. In generale – prosegue De Luca – l’uso della mascherina deve essere generalizzato. Prendiamo il caso delle scuole: nelle scuole gli studenti hanno la mascherina ma poi quando entrano e quando escono ci sono assembramenti di centinaia di ragazzi. I ragazzi tornano a casa, tornano in famiglia e cominciano a ricontagiare le persone anziane. Almeno sui luoghi di assembramento portiamo la mascherina, al di là di quello che decide il Governo. A parte che in CAMPANIA è rimasto l’obbligo, lo ricordo sempre. Un po’ di senso di responsabilità: capisco che può essere un piccolo fastidio ma meglio questo piccolo fastidio che rialimentare il contagio Covid” chiosa De Luca.

Potresti leggere

Auto finisce fuori strada e fa una carambola, muore 31enne

Ennesimo incidente mortale all’alba di oggi a San Giovanni Suergiu. Un agricoltore…

Coprifuoco, da mercoledì alle 23: ristoranti al chiuso e palestre, tutte le riaperture

Una complicata opera di mediazione all’interno della variegata maggioranza di governo per…

Nicolais con Re Felipe VI e Mattarella al XV Cotec Europe

Le industrie culturali e creative, la scienza, la tecnologia e il settore…