Massimo Adriatici, assessore comunale alla Sicurezza della Lega a Voghera, nel Pavese, è stato arrestato con l’accusa di aver sparato a un 39enne di nazionalità marocchina e di averlo ucciso. Il fatto è accaduto intorno alle 22 di ieri, martedì 20 luglio, in piazza Meardi nella città oltrepadana. Adriatici si trova ora agli arresti domiciliari. Stando alle indagini dei carabinieri, l’assessore ha esploso un colpo di pistola verso l’uomo dopo una lite tra i due, avvenuta davanti a un bar.

Da una prima ricostruzione, l’assessore ha affrontato la vittima, pluripregiudicato già noto alle forze dell’ordine per diversi reati, perché stava infastidendo alcuni ospiti del bar. “Stavo passeggiando in piazza Meardi quando ho notato quell’uomo infastidire i clienti di un bar”, ha dichiarato Adriatici, ex funzionario di polizia, parlando al magistrato. “Mi sono avvicinato, l’ho redarguito invitandolo ad andarsene e a quel punto ho chiamato la polizia. Sentendo la mia telefonata, mi ha spinto facendomi cadere. È stato a quel punto che dalla pistola già impugnata è partito il colpo”. Secondo la versione dell’assessore, ora al vaglio dei carabinieri di Pavia, lo sparo è partito accidentalmente per via della caduta, mentre impugnava la sua pistola, una calibro 22. Il ferito è stato trasportato in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di Voghera, ma in codice giallo. Le sue condizioni all’inizio non sembravano preoccupanti, poi però si sono aggravate rapidamente fino alla morte avvenuta nella notte. Prevista stamattina l’autopsia sul corpo della vittima.

Potresti leggere

Ucraina, il referendum farsa nel Donbass: “Militari russi costringono con la violenza i cittadini a votare”

Le agenzie di stampa russe hanno annunciato questa mattina l’avvio dei referendum…

Ultim’ora. Via libera: Maresca candidato del centrodestra

Il vertice del centrodestra ha indicato Luca Bernardo come candidato sindaco a…

Putin a Macron: “Basta armi a Kiev da occidente. Crisi alimentare? Colpa delle sanzioni…”

“Il presidente russo Vladimir Putin e il suo omologo francese Emmanuel Macron…