Corruzioni ed estorsioni per l’assegnazione di cappelle e loculi nel cimitero di Santa Maria a Vico (Caserta): blitz della guardia di finanza con 6 arresti, fra cui il vicepresidente della provincia di Caserta, Pasquale Crisci. Esponente dei Moderati e consigliere comunale di minoranza (già vicesindaco) a Santa Maria a Vico, è coinvolto nell’inchiesta sull’illecita compravendita di loculi nel cimitero del comune casertano, blitz che ha coinvolto 6 persone, fra cui esponenti della criminalità organizzata locale, accusate, a vario titolo, in concorso tra loro, dei reati di estorsione e corruzione aggravati dal metodo mafioso.

Potresti leggere

Centrodestra, la mossa di Salvini: “Gruppo unico in Europa”

Il mio obiettivo, per creare davvero  un’Europa fondata sul lavoro, sui diritti,…

“Inginocchiati o ti ammazzo”, il video di Albino Ruberti che rovina la campagna elettorale del Pd

“Io li ammazzo… Devono venire a chiede scusa per quello che mi hanno chiesto… A…

Covid, finisce l’era del green pass: via dal primo maggio

* Covid, da primo maggio via obbligo di green pass * Covid,…