Carlo Calenda torna a parlare di Giorgia Meloni e di una sua ipotetica vittoria in un’intervista su Repubblica: “Meloni, dovesse vincere, farà fatica a trovare un leader europeo che le stringa la mano, sottovaluta il passato del suo partito. Non che io pensi che lei sia fascista, ma in Europa non aver mai pronunciato parole vere di condanna per il regime non è questione sottovalutata come da noi”.

Il leader di Azione sulle previsioni sul voto ha affermato: “Se vado bene toglierò tantissimi consensi alla destra nel proporzionale e questo compenserà il risultato dei collegi, anzi il saldo per loro sarà negativo. Posso mandare Forza Italia sotto il 3%… Senza offesa per nessuno, la parte sana di Forza Italia è con me“.

Potresti leggere

Salvini a processo per il caso Rackete

Matteo Salvini andrà a processo con l’accusa di aver diffamato Carola Rackete, l’ex comandante…

Agicom, stop a Vespa e alla Rai: “Dibattito solo tra due candidati viola le regole”

“La programmazione di un unico confronto televisivo tra due soli soggetti politici,…

Dramma durante stage, 18enne muore schiacciato da lastra di metallo

Aveva 18 anni ed era uno studente di un istituto tecnico di…