Carlo Calenda torna a parlare di Giorgia Meloni e di una sua ipotetica vittoria in un’intervista su Repubblica: “Meloni, dovesse vincere, farà fatica a trovare un leader europeo che le stringa la mano, sottovaluta il passato del suo partito. Non che io pensi che lei sia fascista, ma in Europa non aver mai pronunciato parole vere di condanna per il regime non è questione sottovalutata come da noi”.

Il leader di Azione sulle previsioni sul voto ha affermato: “Se vado bene toglierò tantissimi consensi alla destra nel proporzionale e questo compenserà il risultato dei collegi, anzi il saldo per loro sarà negativo. Posso mandare Forza Italia sotto il 3%… Senza offesa per nessuno, la parte sana di Forza Italia è con me“.

Potresti leggere

“Hanno confessato, c’è stato un danno”: via agli arresti per la strage del Mattarone

Da testimoni a fermati. Sono tre le persone della società che gestisce…

M5s: inizia il consiglio nazionale. Si attende decisione

È iniziata la riunione del Consiglio nazionale del M5s, convocato alla vigilia…

De Magistris contro Manfredi: “Città senza sindaco”

“Una città senza guida, che pur avendo trovato il suo cammino in…