Draghi parla alla Cina

– Le retribuzioni contrattuali nella media annua del 2022 dovrebbero crescere dello 0,8%. Lo segnala l’Istat. Per ora l’inflazione acquisita per l’anno e’ al 5,2%. “Nel primo trimestre del 2022 – scrive l’Istat – la crescita delle retribuzioni contrattuali rimane contenuta. La durata dei contratti e i meccanismi di determinazione degli incrementi contrattuali seguiti finora hanno determinato un andamento retributivo che, considerata la persistenza della spinta inflazionistica, porterebbe, nel 2022, a una perdita di potere d’acquisto valutabile in quasi cinque punti percentuali”.

Potresti leggere

È morto David Sassoli, addio al gentiluomo del giornalismo e della politica: “Quando rivelò e spiegò la sua malattia”

È morto David Sassoli. Giornalista e politico di lungo corso, Sassoli è sempre stato un convinto europeista

Quirinale, i nomi del centrodestra. Oggi l’annuncio

Sono almeno 5 i nomi della rosa che il centrodestra intende annunciare…

Jacobs rompe con l’agenzia di Fedez: “Poca promozione internazionale”

Marcell Jacobs e Fedez si danno appuntamento in Tribunale. Il doppio oro…