Ha ucciso la madre allettata da tempo perché malata con un colpo di pistola al petto, poi ha rivolto l’arma verso se stesso e si è tolto la vita. Dramma familiare all’alba di martedì 22 novembre in un’abitazione di via Greci nel comune casertano di Vairano-Patenora. La donna si chiamava Florinda Cappelli, 67 anni, il figlio Antonio di Muccio, 48.

Quest’ultimo viveva a Torino ma era tornato dalla donna gravemente ammalata. Secondo la ricostruzione degli investigatori, alla base del gesto vi sarebbe il rifiuto del figlio ad accettare la malattia della mamma, alla quale era molto legato. A sollecitare l’intervento dei carabinieri della compagnia di Capua, un familiare che vive nell’appartamento accanto e che ha sentito i colpi di pistola.

Quando i soccorsi sono arrivati nell’abitazione hanno trovato la donna già cadavere mentre il figlio, ancora vivo, è deceduto durante i tentativi dei sanitari del 118 di rianimarlo. Una tragedia nella tragedia quella avvenuta nel piccolo comune casertano.

 

Potresti leggere

Si muore ancora di lavoro, 51enne cade da un impalcatura e perde la vita

Incidente mortale sul lavoro poco prima dell’una di oggi a Roma. È…

Costringe figlio di 12 anni a fare rapine con lui, padre arrestato: “Percosse e minacce”

Schiaffi e minacce al figlioletto di appena 12 anni per costringerlo ad accompagnarlo durante le rapina che realizzava in…

Camion si ribalta sulla Napoli-Canosa: muore un uomo, traffico paralizzato

Un camionista di 59 anni è morto in incidente sull’autostrada A16 Napoli-Canosa nel tratto tra Baiano e…