Si chiama Antonio Pipolo, ha 38 anni, ed e’ ritenuto un affiliato al clan De Micco l’uomo che dopo il duplice omicidio nel quartiere di Ponticelli a Napoli di ieri mattina, si e’ consegnato ai carabinieri e alla Procura. Avrebbe confessato e reso un lungo interrogatorio.

La Dda ha emesso un decreto di fermo che sara’ convalidato domani. Il vero obiettivo del raid era il 29enne Carlo Esposito, uomo dei De Martino che prima di ieri erano un tutt’uno con i De Micco nella lotta contro i De Luca Bossa.

E invece l’omicidio ha segnato la fine dell’alleanza. Oltre ad Esposito e’ morto anche l’operaio 56 enne Antonio Imperatore. Si e’ trovato per caso nell’appartamento in via Montale al rione Fiart quando il killer ha fatto fuoco. “Era a montare una zanzariera”, ha raccontato la moglie.

Potresti leggere

Dramma della solitudine: omicidio-suicidio di due anziani

ue anziani conviventi sono stati trovati privi di vita in mattinata nel…

Coronavirus, pochi contagi e 110 morti: ospedali con 10.300 pazienti

Sono 2.490 i nuovi casi di coronavirus nel bollettino di lunedì 24…

Per laurearsi un giovane su tre lascia il sud e va nelle università del nord

Il Mezzogiorno continua a perdere i suoi talenti. La fuga dei giovani…