Selfie alla veglia funebre di Pelé, scomparso il 29 dicembre scorso all’età di 82 anni. Protagonista il presidente della Fifa Gianni Infantino, già al centro di numerose polemiche dopo il silenzio ai mondiali in Qatar sui diritti umani negati e sulla morte di numerosi operai. Il numero uno dalla massima organizzazione calcistica mondiale appare sorridente mentre scatta alcuni selfie in compagnia di tre ex compagni di squadra di Pelé nello stadio Vila Belmiro di Santos, il tutto a pochi centimetri dalla salma del campione brasiliano. Immediate le polemiche scatenatesi sui social dove in molti hanno attaccato Infantino per la sua presunta mancanza di rispetto.

La foto è stata scattata da Infantino in compagnia degli ex calciatori Lima, Da Silva e Manoel de Morais. Tutti sorridono nonostante il momento di lutto che si sta vivendo in Brasile e in tutto il mondo per la scomparsa di una delle icone del calcio. Polemiche che lo stesso presidente della Fifa rispedisce al mittente, provando a chiarire la leggerezza commessa nella giornata di lunedì 2 gennaio.

Su Instagram Infantino spiega: “Appena rientrato dal mio viaggio in Brasile dove ho avuto il privilegio di partecipare al bellissimo omaggio a Pelé che si è svolto a Vila Belmiro, a Santos. Sono costernato dopo essere stato informato che sono stato criticato da alcune persone per aver scattato un selfie e delle foto durante la cerimonia di ieri. Vorrei chiarire che sono stato onorato che i compagni di squadra e i familiari del grande Pelé mi abbiano chiesto se potevo fare qualche foto con loro. E ovviamente ho subito accettato. Nel caso del selfie, i compagni di squadra di Pelé hanno chiesto di fare un selfie di tutti noi insieme ma non sapevano come farlo. Allora, per essere d’aiuto, ho preso il telefono di uno di loro e gli ho scattato la foto di tutti noi“.

Potresti leggere

Svolta Djokovic, visto annullato al tennista: il campione fuori dagli Open rischia l’espulsione dall’Australia

Annullato il visto di Djokovic. Per il campione serbo di tennis c’è stato un nuovo capitolo della telenovela

Trionfo Ferrari in Australia, Leclerc vince il Gran Premio di Melbourne

La Ferrari di Charles Leclerc ha vinto il Gran Premio d’Australia terza…

Strage allo stadio, scoppia rivolta dopo sconfitta: almeno 182 tifosi morti

E’ di almeno 182 persone morte (il più giovane è un bimbo di 5…