droga

Spaccio di droga durante il lockdown. La merce arrivava a domicilio grazie a corrieri giovani e incensurati. Dalle prime ore del giorno, i carabinieri del Comando Provinciale di Torino stanno eseguendo una serie di misure cautelari nei confronti di tredici italiani e un colombiano.

Sono ritenuti responsabili di concorso in traffico, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. L’indagine, condotta tra maggio e novembre 2020 dai carabinieri di Venaria Reale, ha portato alla luce l’esistenza di un’organizzazione che agiva nell’hinterland torinese, con base operativa nel quartiere Barriera Milano a Torino. Il gruppo riforniva di hashish e marijuana i pusher che consegnavano a domicilio, o in luoghi pubblici, le dosi ai clienti.

Durante l’inchiesta i militari dell’Arma hanno arrestato tre pusher e sequestrato complessivamente 10,5 chili di hashish e 1,4 chili di marijuana, oltre a mille euro ritenuti provento dell’attivita’ illecita.

 

Seguici sulla nostra Pagina Facebook Il Rinascimento.

Potresti leggere

Ex carabiniere ucciso a fucilate davanti al figlio: si indaga sulla vita privata

Si indaga sulla vita privata di Silvano Nestola, l’ex maresciallo dei carabinieri ucciso…

Coronavirus, il piano per salvare l’estate: “Passa vaccinale per raggiungere luoghi di villeggiatura”

“Per ragioni diverse, che conosciamo tutti, il Piano di vaccinazione ha subito…

Nonno spacciava droga con la nipotina e le faceva contare i soldi: “Guarda quanti sono”

Da una parte una madre disperata che si è presentata dalla polizia per chiedere aiuto per…